Sicurezza domestica sottovalutata

Nel nostro Paese ormai da tempo è in vigore l’assicurazione per i danni agli impianti domestici, che comunque non ha mai raggiunto una grandissima diffusione tra i consumatori, attestandosi intorno alla soglia del 30%. Un parziale disinteresse che ha spinto l’Osservatorio sulla percezione del rischio domestico ad effettuare una ricerca in collaborazione con Gfk Eurisko e Assistenza Casa, una società specializzata nei servizi relativi all’assistenza domestica, tesa a cercare di capire i motivi di questo sostanziale disinteresse.

La ricerca è stata condotta su un campione di mille individui rappresentativi delle famiglie italiane, situati per il 48% nel Nord Italia, 20% al Centro e 32% al Sud e nelle Isole. Il primo dato che balza agli occhi è la scarsa percezione del rischio legato agli impianti idrico, del gas e della luce, anche da parte di quel 72% che risulta proprietario dell’appartamento in cui abita. A dimostrare questa mancata percezione è il 20% appena di intervistati che ha dichiarato la preoccupazione per la propria sicurezza in relazione agli impianti domestici. Un dato che sale al 42% ove invece si parli dei costi legati alle eventuali riparazioni. Insomma, più che il rischio a far paura è la spesa che eventuali guasti e rotture degli impianti domestici possono causare. Se invece si affronta il tema legato ai maggiori timori generati, è l’impianto del gas, a guidare la graduatoria, anche se la paura non  meno forte per acqua e luce.

Fonte: www.infoassicurazionisulweb.it