Polizza vita mista: un capitale assicurato e recuperato sempre, sia nella buona che nella cattiva sorte. Scopriamo di cosa si tratta, le tipologie, la durata e i costi.

 

Una polizza vita mista rappresenta sia una copertura danni e rischi che una sorta di fondo previdenziale. In che modo? Vediamo di cosa si tratta e conosciamo le diverse tipologie, la durata, le modalità di liquidazione e soprattutto quanto può costare un’assicurazione vita mista.

 

La polizza vita mista

Nella buona e nella cattiva sorte… No, non sto parlando di matrimoni, ma delle polizze vita mista. La loro particolarità sta nel coprire contemporaneamente sia il caso vita (rendita certa quando l’assicurato è vivo allo scadere del contratto), sia il caso morte (rendita certa quando l’assicurata decede). Sono una scelta intelligente perché soddisfano esigenze assicurative ma anche previdenziali. L’Ania, nel suo glossario, la descrive come un:

“contratto di assicurazione sulla vita che garantisce il pagamento di un capitale o di una rendita  vitalizia se l’assicurato è in vita alla scadenza prestabilita e, al tempo stesso, il pagamento di un capitale al beneficiario in caso di decesso dell’assicurato nel corso della durata contrattuale”

Una polizza vita mista assicura una rendita a chi la sottoscrive quando sarà più in là con gli anni e quando il termine fissato in contratto sarà trascorso. Ecco perché si tratta di un investimento oculato in termini di previdenza, oltre che una garanzia di serenità in più ad una certa età.

Ma anche la parte che riguarda il caso di morte dell’assicurato garantisce delle sicurezze. Gli interessati sono i familiari del contraente nel caso questi dovesse mancare prima della data indicata nel contratto e, le persone care all’assicurato, riceverebbero un contributo economico.

Una parte del premio versato è destinata al pagamento dell’assicurazione vita, l’altra quota coprirà invece eventuali garanzie complementari, quali infortuni, invalidità e malattie. È però solo il capitale maturato attraverso la polizza vita quello che verrà liquidato alla conclusione del contratto assicurativo.

 

Tipologie di polizza vita mista

Le compagnie assicurative propongono diversi tipi di polizza vita mista. Le differenze riguardano tempi e modalità di consegna del capitale maturato.

Polizza vita mista ordinaria

Questa formula è la più semplice: la compagnia corrisponderà all’assicurato un capitale (o una rendita) qualora questi sia ancora in vita alla scadenza contrattuale. In caso di morte prematura, saranno i beneficiari o gli eredi a ricevere il denaro.

Polizza vita mista a termine fisso

Questo tipo di contratto prevede che, in caso di morte prematura dell’assicurato, la società assicurativa non avrà il beneficio di riscuotere i premi annui rimanenti.

Polizze vita semimista

Con questa polizza, in caso di morte del contraente, la compagnia assicurativa consegnerà ai beneficiari il 50% del capitale al momento del decesso e il restante 50% alla scadenza del contratto.

WhatsApp chat