Quanto costa la polizza per neopatentati?

Il superamento della prova pratica della scuola guida rappresenta il conseguimento della patente, ma segna anche l’inizio del rapporto con le assicurazioni e i loro costi. Secondo le statistiche, gli automobilisti di età inferiore ai 26 anni e/o neopatentati hanno più probabilità di causare incidenti. Infatti, la polizza RC auto sarà più elevata per questa fascia di guidatori.

Tutti i neopatentati che stipulano una polizza RC Auto partono dalla “Classe Universale” di merito 14 (classificazione che va da 18 a 1 in ordine decrescente). Ovviamente, più la classe di merito è bassa più sarà oneroso il costo del premio assicurativo.

Nonostante ciò, resta possibile ottenere un grosso risparmio sulla polizza anche se si è  neopatentati.

La Legge Bersani

La Legge Bersani, entrata in vigore nel 2007, è considerabile una svolta a favore dei neopatentati e dei giovani automobilisti. Il suo funzionamento è quello di consentire al neopatentato di “ereditare” la classe di merito assicurativa di uno dei suoi familiari, con la prerogativa che vengano rispettate le condizioni richieste. Quindi, per avvantaggiarsi di questa legge occorre, innanzitutto, sottoscrivere una nuova assicurazione auto dopo l’acquisto di un veicolo della stessa categoria di quello appartenente al familiare. Questa procedura è valida anche per chi eredita un veicolo da un familiare defunto con una classe di merito inferiore alla CU 14.

Un’altra soluzione per chi non può soddisfare i parametri della Legge Bersani è quella di stipulare una polizza per neopatentati a un costo ridotto intestando il veicolo a un’altro familiare già assicurato con la classe di merito inferiore alla CU14. Purchè il neopatentato possa usufruire di questa soluzione, il famigliare che farà da contraente dovrà includere la clausola guida libera per estendere la copertura della polizza a qualunque soggetto.