La sicurezza a bordo di un’imbarcazione inizia dalla giusta copertura assicurativa.

Esattamente come per le auto o le moto, anche per le barche (sia a motore che a vela) è necessario avere una polizza a Responsabilità civile per potere navigare legalmente, in quanto è resa obbligatoria da legge. Le compagnia assicurative offrono una vasta gamma di coperture assicurative, adatte alle necessità e alle esigenze dei proprietari. Le assicurazione barca coprono infortuni, assistenza legale, tutelare effetti personali.

Che cosa è possibile assicurare?

Grazie alla polizza barca è possibile assicurare qualunque tipologia di imbarcazione, da quelle a vela a quelle a motore, dagli scafi più piccoli agli yacht, indipendentemente dal fatto che siano imbarcazioni per uso professionale o privato.

Quali sono le garanzie delle polizze?

  • Polizza corpi e macchina
    Entrando nel merito la ‘Corpi’ considera l’assicurazione furto, kasko, incendio, affondamento.
  • Responsabilità civile
    E’ resa obbligatoria dalla legge ed equipara un’imbarcazione ad un qualsiasi veicolo.
  • Infortuni a bordo
    La polizza garantisce una protezione per chi sale a bordo dell’imbarcazione.
  • Effetti personali
    In questo caso si tratta di una copertura per oggetti di particolare pregio, che vengono utilizzati o portati a bordo
  • Assistenza
    Navigando per più giorni si resta in mare 24 ore su 24 e può rendersi necessario fruire dell’assistenza.
  • Tutela legale
    Per sopperire ad ogni eventuale controversia o azione legale può essere utile garantirsi una copertura legale per coprire le spese di un avvocato.

E’ possibile assicurare un’imbarcazione anche per brevi periodi?

Solitamente, le assicurazione barca hanno scadenza annuale, ma nel caso si voglia utilizzare l’imbarcazione per periodi di tempo inferiori è possibile sottoscrivere delle polizze che durano pochi mesi, ovvero con validità temporale limitata.

Su quali aree di navigazione è valida?

Per la validità delle zone in cui è possibile circolare con la propria assicurazione barca è possibile scegliere tra diverse zone di navigazione, a partire dall’Italia al Mar Adriatico, alla Corsica alla Costa Azzurra, per proseguire con Canarie, Madeira, Azzorre e tanto altro comprese le acque dolci.

Nel sottoscrivere una polizza se, ad esempio, si imposta il limite di navigazione al Mediterraneo deve essere chiaro che andando oltre Gibilterra la copertura non è più valida e così per tutte le aree di navigazione. Ogni copertura infatti comprende un’area di navigazione prestabilita.

 

WhatsApp chat