Cosa sono le dashcam?

Le dash cam sono videocamere progettate con lo scopo di registrare gli eventi che accadono durante la circolazione su strada con il proprio veicolo, infatti la dash cam solitamente viene installata sul parabrezza del veicolo. Questi dispositivi, conosciuti anche con il nome DVR, sono dispositivi che possono risultare estremamente utili in caso di sinistro stradale per dimostrare alla perfezione le dinamiche dell’incidente. Le dash cam stanno prendendo piede in quasi tutta l’Europa, soprattutto nei Paesi dell’Est.

La dash cam è quindi sfruttabile in caso di un processo civile per il risarcimento dei danni o sia in una vertenza penale. Ovviamente, il valore da attribuire alla prova ottenuta dal video della dash cam è decisa dal giudice, resta comunque consigliabile averne una nel proprio mezzo.

I modelli più avanzati delle Dash Cam sono dotate anche di accelerometri o segnalatori GPS in grado di riprodurre perfettamente il percorso e la velocità mantenuta durante la circolazione del veicolo, altre sono anche in grado di riprendere le immagini a 360°.Altri modelli sono anche dotati  di interfaccia Wi-Fi: la quale consente di interagire con smartphone o tablet attraverso una app e consentire così il Live View, il salvataggio dei file e l’invio via email.

Quanto costano le dashcam?

Le dash cam hanno un prezzo che si aggira dai 40 euro fino ad un massimo di 250 euro, anche se la maggior parte delle vendite varia da modelli che costano dai 50 ai 150 euro. A differenza delle action cam da esterno, non necessitano di impermeabilizzazione o di materiali particolarmente robusti, visto l’utilizzo nell’abitacolo: quanto agli stabilizzatori, in un’auto non è necessario ammortizzare un livello di vibrazioni come quelle delle moto o delle biciclette.

Sono legali le dash cam in Italia?

Le dash cam sono perfettamente a norma con le Leggi Italiane, a patto che rispettino determinate regole. Infatti, i filmati o le immagini acquisiti tramite la dash cam non possono essere utilizzati per essere pubblicati in alcuna maniera (social, chat, siti,ecc…) o condivisi con altre persone, almeno chè non si oscurino i volti e le targhe dei veicoli presenti nei video-immagini. Come già detto in precedenza, le informazioni raccolte dalla dash cam possono essere utilizzate nei processi civili,  ma nel caso in cui si verifichi un sinistro stradale con feriti, sarà direttamente la polizia a soppesare l’acquisizione di tali informazioni.

 

 

 

 

WhatsApp chat