Novità riguardanti il decreto fiscale 2019

Il decreto fiscale ha ottenuto il via libera alla Camera il 13 dicembre ed è ora possibile fare una sintesi delle norme introdotte e delle quali si discute da tempo, pace fiscale in primis, ma anche alcune novità in merito alla superanagrafe dei conti, alle sanzioni per chi guida senza assicurazioni, alla fattura elettronica, alle tasse sulle sigarette elettroniche, al bonus bebè.

Un nodo chiave della nuova legge riguarda i rapporti con il fisco e la cosiddetta pace fiscale, che dovrebbe a breve essere integrata dal saldo e stralcio delle cartelle fino a 1.000 euro emesse tra il 2000 e il 2010. Per gli importi superiori è prevista una rottamazione senza sanzioni né interessi per mettersi in pari con 10 rate dilazionate in 5 anni. Una sanatoria è prevista per gli errori formali commessi fino al 24 ottobre 2018, sanabili nella misura di 200 euro per ogni periodo di imposta interessato dalle violazioni. Sono previste inoltre agevolazioni per chiudere controversie pendenti con il fisco e una sanatoria per la vendita illegittima a prezzo di mercato di edilizia agevolata.

È confermata la nuova possibilità offerta alla Guardia di Finanza di accedere alla superanagrafe dei conti correnti senza passare per l’autorizzazione della Magistratura e conservare i dati raccolti per 10 anni, allungando così i tempi finora previsti per completare i controlli. In base al nuovo decreto, banche e finanziarie dovranno farsi carico attivamente di verificare l’esistenza di beneficiari di conti dormienti. La fatturazione elettronica obbligatoria dal primo gennaio 2019 non riguarderà i medici e i farmacisti, né chi lavora a regime forfettario.

Escluse anche le società sportive dilettantistiche con proventi sotto i 65.000 euro. Si prevede la possibilità di accedere all’IVA precompilata a partire dal 2020. Sempre dal 2020 si dirà addio agli scontrini cartacei. Passa la norma che detassa le sigarette elettroniche mentre saranno tassati nella misura dell’1,5% su ogni operazione effettuata i trasferimenti di contanti di denaro all’estero, verso Paesi non appartenenti all’Unione Europea, attraverso il sistema Money Transfer. La nuova tassa non si applica agli scambi commerciali.

Rinnovato il bonus bebè per i nuovi nati del 2019, con una maggiorazione del 20% per il secondo figlio. Il bonus vale solo per il primo anno di vita del bambino o per il primo anno in famiglia per i bambini adottati. Gli importi variano in base all’ISEE dichiarato. Confermato infine l’inasprimento delle sanzioni per chi viene sorpreso a guidare senza assicurazione.

Raddoppia l’importo della multa, che potrà superare i 3.000 euro, ed è prevista la sospensione della patente fino a 60 giorni e il sequestro del mezzo fino a 45 giorni se l’infrazione viene commessa una seconda volta.

Fonte dell’articolo: www.facile.it

WhatsApp chat