Dopo le sanzioni sull’uso del cellulare alla guida, un recente aggiornamento del Codice della Strada potrebbe introdurre presto il divieto di fumare in auto.

Divieto di fumo in auto: ecco chi lo ha approvato

Se si consultano le statistiche, è possibile notare come in realtà l’Italia sia uno dei paesi europei dove si fuma di meno. Nonostante ciò, la Commissione dei Trasporti della Camera ha deciso di varare questo nuovo divieto. Per il momento infatti, il divieto di fumo in auto non è ancora ufficiale ma lo diverrà molto presto. Gli organi statali stanno ormai ultimando le operazioni per inserire all’interno del nuovo codice della strada il divieto di fumare mentre si è in auto. Si pensi che in realtà, il divieto di fumo in automobile era già previsto dall’attuale Codice della Strada.

Ad oggi, non è possibile fumare all’interno del veicolo se ci sono donne incinte oppure minorenni. A quanto pare, la nuova riforma estenderà il divieto di fumo in tutte le vetture, indipendentemente dalla categoria di persone presenti in macchina. Ma che cosa succederà agli automobilisti che violeranno la nuova norma del Codice della Strada? Anche se non si hanno ancora notizie certe a riguardo, è probabile che la violazione del divieto di fumo in auto non comporterà la decurtazione dei punti sulla patente di guida ma solo una sanzione amministrativa.

Ma quali sono stati i motivi che hanno portato alla suddetta riforma del Codice Stradale? In primo luogo, fumare  mentre si è alla guida è causa di disattenzioni e di conseguenza di eventuali incidenti incidenti. Come seconda cosa, occorre pensare che all’interno di un veicolo il fumo si accumula con facilità. Questo può nuocere alla salute del conducente ma anche a quella dei passeggeri.

WhatsApp chat