Previdenza complementare e fondo pensioni

La Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione (COVIP) ha pubblicato sul suo sito la versione aggiornata al 30 settembre 2018 della “Guida introduttiva alla previdenza complementare”.

La pubblicazione di una nuova Guida nasce dalla volontà del COVIP di illustrare con un linguaggio più semplice e diretto cos’è la Previdenza Complementare, quali sono le forme pensionistiche complementari esistenti e come scegliere in modo consapevole il prodotto che più soddisfa le proprie esigenze.

Costruirsi nel tempo un fondo pensione accantonando regolarmente una parte dei risparmi durante la propria vita lavorativa, garantisce di avere in un futuro una pensione aggiuntiva che si unisce a quella erogata dalla previdenza obbligatoria. Inoltre, la previdenza complementare è una forma di risparmio a cui sono riconosciute agevolazioni fiscali di cui altre modalità non beneficiano.

I vantaggi sono molteplici in molti casi;ad esempio, un giovane, contribuendo fin dall’inizio ad un fondo pensione potrà arrivare a risparmiare cifre rilevanti e formare una pensione adeguata, nonostante l’eventuale lavoro discontinuo; un lavoratore dipendente può aver diritto al contributo del datore di lavoro.

Altri vantaggi sono la possibilità di prelevare acconti per affrontare spese impreviste (acquisto prima casa, inoccupazione, spese mediche) o anche di poter avere una rendita pensionistica anticipata in caso di bisogno.

WhatsApp chat