A partire dallo scorso 1° Ottobre la IDD, acronimo dell’Insurance Distribution Directive (IDD), ha fatto entrare in vigore una nuova direttiva europea che ha cambiato drasticamente il campo delle polizze. Infatti, si tratta di un provvedimento riguardo a tutti i venditori e distributori di prodotti assicurativi del ramo vita e danni, come ad esempio: mediatori creditizi, imprese di assicurazione o agenti assicurativi.

Cosa cambia per gli assicurati?

Gli intermediari avranno il dovere di verificare che ogni proposta di copertura sia in linea con l’interesse del cliente finale, il quale riceverà a sua volta proposte studiate appositamente per i propri bisogni e per la propria situazione economica. Inoltre, prima di poter firmare un qualsiasi contratto assicurativo, il distributore finale avrà l’obbligo di informare in modo semplice, chiaro e completo tutte le caratteristiche del contratto. Per fare ciò, la IDD ha preparato due nuovi documenti, la raccomandazione personalizzata e il documento informativo sintetico:

  • Raccomandazione personalizzata: Individua le ragioni per cui una determinata polizza è più indicata rispetto ad altre;
  • Documento informativo sintetico: Contiene informazioni base del prodotto.

Detto ciò è anche importante precisare che la nuova direttiva punta alla promozione di una maggiore digitalizzazione del mercato assicurativo attraverso la valorizzazione del sito internet della compagnia assicurativa offrendo contenuti di qualità ed informazioni utili ai possibili clienti.

Ricordiamo che il primo step di digitalizzazione nel mondo assicurativo è stato il cambiamento delle abitudini di acquisto dei consumatori, basti pensare alla ricerca della polizza direttamente online grazie alle modifiche impresse al mercato dai cosiddetti comparatori.

 

WhatsApp chat