I NUOVI TUTOR AUTOSTRADALI SUL TERRITORIO ITALIANO

Dopo mesi di fermo, tornano in funzione i nuovi Tutor sulle strade italiane, nonostante siano numericamente inferiori rispetto al passato. Il rinnovato sistema di controllo dei limiti di velocità è stato attivato il 27 luglio su 22 tratte autostradali, il quale verrà implementato nei prossimi mesi.

Il nuovo Sistema di tutor non serve solamente a rilevare lo sforamento dei limiti di velocità in un singolo punto della rete, ma rileva anche la velocità media su tratti di strade che comprono tra i 10 e i 25 km, tramite l’utilizzo di sensori e portali con telecamere. Secondo Autostrade per l’Italia il sistema “ha ridotto del 70% il numero dei morti sulla rete autostradale, grazie ad una diminuzione del 25% della velocità di picco e del 15% di quella media.

Chiamato ufficialmente SICVe-PM, Sistema informativo per il Controllo della Velocità con tecnologia PlateMatching, avrà un’efficacia decisamente superiore al predecessore nel rilevare i dati e nel trasmetterli agli enti competenti, permettendo un intervento più rapido in caso di necessità.

Le tratte interessate dal nuovo sistema:

  • A1: Reggio Emilia-Campegine e Campegine-Parma;
  • A10: Albisola-Celle Ligure e Celle Ligure-Albisola;
  • A14: Valle del Rubicone-Cesena, Faenza-Forlì,Cesena-Valle del Rubicone e Valle del Rubicone-Rimini nord;
  • A1: Firenzuola-Badia e Badia-Fiorenzuola;
  • A1: All. Dir. Roma nord-Ponzano Romano, Ponzano Romano-Magliano Sabina, Magliano Sabina-Orte;
  • A1: San Vittore-Cassino, Cassino-Pontecorvo, Colleferro-Valmontone, All. Dir. Roma sud-Colleferro e San Vittore-Caianello;
  • A16: Baiano-Avellino ovest e Avellino ovest-Baiano;
  • A30: Sarno-Palma Campania e Allacciamento A1/A30-Nola.
WhatsApp chat