Obbligo di pneumatici invernali

Come ogni anno, il 15 novembre è scattato l’obbligo di pneumatici invernali o di catene a bordo del veicolo. Ricordiamo che la norma che obbliga questo comportamento mira a fornire la sicurezza durante la guida a tutti gli automobilisti, in quanto se le temperature locali scendono sotto i 7° gradi gli pneumatici perdono aderenza facendo diminuire drasticamente la loro funzionalità.

Esistono diverse tipologia di pneumatici invernali, riconosciute dalle sigle poste sul fianco delle ruote come ad esempio: M+S, MS, M/S, M-s, M&S, nonostante ciò ogni sigla significa lo stesso acronimo: mud & snow (fango e neve). Ovviamente queste sigle possono essere ritrovate anche sui pneumatici quattro stagioni, in quanto sono adatte ad essere usate durante l’intero anno (periodo invernale compreso).

La sigla MS funziona come autocertificazione del produttore per indicare che gli pneumatici sono adatti all’utilizzo durante l’inverno.Come abbiamo fatto notare inizialmente, esiste un alternativa agli pneumatici invernali: le catene a bordo del veicolo.

In questo caso per rispettare la norma basta che le catene siano a bordo del veicolo, con però l’obbligo di montarle nel corso del percorso in caso si creino condizioni in cui è necessario utilizzarle per continuare il viaggio in sicurezza. Le catene riconosciute valide devono essere omologati secondo la normativa nazionale UNI 11313. 

Come al solito, l’obbligatorietà dell’uso dei pneumatici invernali sarà valida dal 15 novembre al 15 aprila, nonostante ciò rimane anche un mese di “tolleranza” per permettere a tutti gli automobilisti di mettere in regola i propri veicoli.

In caso di mancanza nel rispetto dell’obbligo dei pneumatici invernali, si può andare incontro a una sanzione compresa tra i 41 e gli 85 euro, oltre l’intimazione a non proseguire il viaggio. Le sanzioni possono essere molto più pesanti se si usano gomme con codice di velocità sbagliato per una cifra di euro 422 fino a 1697€.

WhatsApp chat