Validità Rc auto italiana all’Estero

La polizza RC auto italiana è valida in tutti i Paesi Europei, nei Paesi che fanno parte dello SEE, Città del vaticano, San Marino, Andorra, Principato di Monaco, Svizzera e Serbia.

La validità della polizza RC auto italiana però comprende solamente la copertura obbligatoria per la responsabilità civilie auto. Non esistono invece norme, anche a livello UE, che disciplinano le garanzie aggiuntive facoltative, come la polizza furto e incendio, kasko, eventi atmosferici, ecc.

Bisogna controllare con attenzione i termini e le condizioni del contratto assicurativo e informarsi sulle normative del Paese in questione dato che alcuni di essi potrebbero non riconoscere le polizze accessorie stipulate in italia.

Vediamo ora quali sono i Paesi europei che NON riconoscono la validità Rc auto italiana. Se in alcune nazioni come Armenia, Georgia, Kazakistan, Kosovo e la parte turca di Cipro la polizza RC auto italiana non è mai valida e per entrarci con la macchina è sempre necessario stipulare un’assicurazione in loco, anche temporanea, ci sono altre in cui si può accedere con la Carta Verde, il certificato internazionale di assicurazione (da richiedere alla propria compagnia almeno 10 giorni prima del viaggio) che consente a un veicolo di entrare e circolare in un Paese extra UE essendo in regola con l’obbligo dell’assicurazione RCA. Le nazioni che aderiscono alla Carta Verde sono Albania, Azerbaigian, Bosnia Erzegovina, Bielorussia, Macedonia del Nord, Moldavia, Montenegro, Russia, Turchia e Ucraina, oltre a Marocco, Tunisia, Israele e Iran.

Occorre anche precisare che da qualche anno buona parte delle nostre compagnie assicurative non riconoscono l’operatività della copertura RC auto in alcuni o in tutti i Paesi della Carta Verde. Per esempio è molto difficile trovare un’assicurazione italiana che copra l’Albania, nazione evidentemente ritenuta non sicura (forse a torto) per la circolazione stradale.

WhatsApp chat