Novità importanti dalla Commissione Trasporti della Camera dove è in corso la riforma del Codice della Strada 2019, dove sono previste diverse modifiche, di cui la più particolare e discussa è la possibilità di andare in bicicletta contromano nei centri abitati.
Spetterà tuttavia ai singoli comuni concedere il permesso di autorizzare la norma a favore dei ciclisti. Ovviamente l’utilizzo delle biciclette in contromano sarà limitato a zone specifiche, con zone limite di 30 km/h. Inoltre, secondo ulteriori modifiche alla riforma del Codice della Strada 2019, le biciclette saranno autorizzate a circolare anche nelle corsie gialle, normalmente riservate ai mezzi pubblici ed avere la precedenza rispetto ai mezzi a motore sia agli stop che ai semafori.
Si discute anche sulla proposta per il casco obbligatorio per i ciclisti.

Per quanto riguarda i mezzi a motore invece, si pensa di aumentare la velocità massima in autostrada, arrivando fino a 150 km/h, limitandosi però alle arterie a tre corsie. Modifiche confermante invece quelle riguardanti l’aumento delle sanzioni per l’utilizzo di cellulare alla guida e proposto inoltre il divieto assoluto di fumare nel veicolo. Confermato l’innalzamento delle sanzioni per chi maneggia lo smartphone alla guida e c’è pure chi ha proposto il divieto assoluto di fumare nell’abitacolo (non solo, quindi, in presenza di donne incinte o bambini).

Altre possibili variazioni al Codice della Strada riguardano la regolamentazione sull’uso di monopattini e hoverboard (si prevede di limitarne l’uso alle corsie per i ciclisti), l’obbligo di parcheggi rosa per le donne in stato interessante, il permesso di circolare in autostrada per le moto elettriche con cilindrata superiore a 150 cm3 e, sempre per i motociclisti, l’obbligo di indossare abbigliamento tecnico al fine di aumentare la sicurezza.

WhatsApp chat Contattaci su WhatsApp!