Sospensione dell’assicurazione a rischio

Una recente sentenza della Corte Europea, a seguito di un incidente mortale avvenuto in Portogallo, si è espressa sulle polizze assicurative sospendibili, sia RC Auto che RC Moto, proprio a causa del fatto che nell’incidente, verificatosi in un garage, è stato coinvolto un mezzo non assicurato.

In Italia sono molti i guidatori che utilizzano le polizze sospendibili, in particolare per i mezzi a due ruote che vengono utilizzati soprattutto durante la “bella stagione”.

La Corte, che ha imposto agli stati membri di aggiornare i regolamenti nazionali, sostiene nella sentenza che chiunque possieda un mezzo idoneo a circolare su strada deve provvedere alla copertura assicurativa, indipendentemente dall’uso discontinuo o meno del mezzo stesso e anche se tenuto in proprietà privata (ad esempio in garage).

Se questa norma dovesse essere attuata, oltre ai guidatori anche gli operatori del ramo assicurativo dovrebbero adeguarsi, ad esempio ideando nuove polizze assicurative per veicoli temporaneamente fermi. Oltre a garantire la sicurezza dei guidatori sicuramente questa nuova normativa potrebbe essere un ottimo strumento per combattere l’evasione assicurativa, poiché ogni veicolo immatricolato avrà l’obbligo di avere una copertura assicurativa.

WhatsApp chat