Questione di stile ma anche di convenienza…tra gli amanti delle due ruote sono in molti a scegliere le moto d’epoca. A loro la Federazione Motociclistica Italiana ha riservato la possibilità di sottoscrivere una polizza RC moto su misura a partire dal mese di settembre.

La nuova polizza agevolata, da anni richiesta dagli appassionati del genere, consentirà di assicurare uno o più moto d’età superiore ai 20 anni purché regolarmente iscritte al registro storico della Federazione. I prezzi sono più bassi rispetto a quelli applicati per le moto di recente costruzione, non c’è alcuna franchigia e non sono previste l’imitazioni d’età per il conducente.

La sottoscrizione della polizza potrà essere effettuata direttamente on line su una piattaforma dedicata mediante il pagamento con bonifico bancario o con carta di credito. Non è prevista alcuna limitazione per i conducenti al di sotto dei 25 anni di età e neppure franchigia in caso di sinistro. Unico requisito per poter utilizzare questa polizza sarà quindi quello riguardante l’età della moto – almeno 20 anni – e la relativa iscrizione al registro storico della Federazione Motociclistica Italiana. Al nord e al centro Italia si potrà assicurare la moto storica con un premio fisso dal valore di 90 euro, mentre al sud se ne dovranno pagare 110.

Le tariffe cambiano in base al numero di veicoli storici che s’intendono assicurare ma, trattandosi di un’assicurazione valida sia per la guida libera che esclusiva, non è prevista la possibilità di circolazione simultanea di più veicoli. Al nord  con un premio di 145 euro lordi  si possono assicurare da 1 a 3 veicoli, con 193 euro da 4 a 5 veicoli, con 264 da 6 a 10 e con 330 euro da 11 a 20 veicoli. Per il centro e il sud Italia sono anche in questo caso previsti dei leggeri rincari: i 145 euro applicati al nord diventano 156 al centro e 191 al sud, i 193 diventano invece 205 al centro e 239 euro al sud, i 264 diventano 276 e 310 e i 330 necessari per assicurare fino 20 veicoli al nord salgono a 342 al centro e 376 euro al sud Italia.

FONTE ARTICOLO: News Assicurazioni

WhatsApp chat